November 20th, 2020 – Covid 19 (Italy)

On the left in yellow the old curves of March / April (under the intensive care and above the hospitalized). On the right in red the current curves (under the intensive care and above the hospitalized). Last Saturday (November 14, 2020) there was the inflection. We should peak in the middle of next week. Let’s hope … 🍀🍀🍀

A sinistra in giallo le vecchie curve di marzo/aprile (sotto la terapia intensiva e sopra gli ospedalizzati).
A destra in rosso le attuali curve  (sotto la terapia intensiva e sopra gli ospedalizzati).
Sabato scorso (14 novembre 2020) c’è stato il flesso. A metà della prossima settimana dovremmo raggiungere il picco. Speriamo…🍀🍀🍀

November 1st, 2020 – Covid 19 (Italy)

Orange: ‘old’ curve of ICU cases – first wave
Red: curve of ICU cases updated to 11.01.2020

Those above are the ICU curves. On the left, in orange, the ‘old’ curve highlighted with an orange x on March 17, corresponding to today’s numbers (right curve, in red).

Italian Government plans a new lockdown for the Country.

The peak of the ‘old’ curve was reached 3 weeks after the lockdown on April 1st. It is therefore hoped that a new lockdown will bring the new curve down around 25 November 🤔


Quelle di sopra sono le curve della terapia intensiva. Sulla sinistra, in arancio, la curva ‘vecchia’  con evidenziato con la x arancione il 17 marzo, corrispondente ai numeri di oggi (curva a destra, in rosso).

Il Governo prevede un nuovo lockdown per tutta la penisola italiana.

Il picco della curva ‘vecchia’ é stato raggiunto dopo 3 settimane dal lockdown il 1 aprile. Si auspica pertanto che un nuovo lockdown faccia scendere la nuova curva intorno al 25 novembre 🤔

Orange: ‘old’ curve of hospitalized case – first wave
Yellow: curve of hospitalized cases updated to 11.01.2020

Those above are the curves of hospitalized patients: on the left, in orange, the ‘old’ curve highlighted with the orange x on March 22, corresponding to today’s numbers (right curve, in red).

Italian Government plans a new lockdown for the Country.

The peak of the ‘old’ curve was reached 3 weeks after the lockdown on April 4th. It is therefore hoped that a new lockdown will bring the new curve down around 29 November 🤔

Quelle di sopra sono le curve degli ospedalizzati: sulla sinistra, in arancio, la curva ‘vecchia’  con evidenziato con la x arancione il 22 marzo, corrispondente ai numeri di oggi (curva a destra, in rosso).

Il Governo prevede un nuovo lockdown per tutta la penisola Italiana.

Il picco della curva ‘vecchia’ é stato raggiunto dopo 3 settimane dal lockdown il 4 aprile. Si auspica pertanto che un nuovo lockdown faccia scendere la nuova curva intorno al 29 novembre 🤔

October 3rd 2020 – Covid 19 Second wave (Italy)

Yellow arrow: curve of hospitalized case updated to 10.03.2020
Red: curve of ICU cases updated to 10.03.2020

The curves are starting to rise again from 31 August 2020

 Le curve stanno ricominciando a salire dal 31 agosto 2020

Origin and evolution of COVID 19 – Statistical mathematical study (Italy)

Foreward

This is not a medical analysis and is not intended to replace the medical-scientific investigations in progress.
This is a statistical analysis of data relating to COVID 19. Specifically, the trend of hospitalized and intensive care cases in Italy is analyzed.

Premessa

Questa non è un’analisi medica e non vuole sostituirsi alle indagini medico-scientifiche in corso.
Si tratta di un’analisi statistica di dati relativi al COVID 19. Nello specifico viene analizzato l’andamento dei casi ospedalizzati e di quelli in terapia intensiva, in Italia.

Since the beginning of the pandemic due to COVID 19, at the end of February 2020, I began, out of pure instinct of curiosity, to trace the curves by noting the numbers of infected people communicated by the daily bulletin of civil protection.

Sin dall’inizio della pandemia dovuta al COVID 19, a fine febbraio 2020, ho cominciato, per puro istinto di curiosità a tracciare le curve rilevando i numeri delle persone contagiate comunicate dal bollettino giornaliero della protezione civile.

Every day I was saddened to point out the number of sick people which was increasing more and more.
I wondered if the Gaussian curve would peak and when this would happen.

Ogni giorno mi rincresceva indicare il numero dei malati che aumentavano sempre più.
Mi sono chiesta se la curva gaussiana avrebbe avuto un picco e quando questo sarebbe avvenuto.

Manual tracking of the pandemic curve of ICU cases starting March 12, 2020 – lockdown first week tracking

Tracciamento manuale della curva pandemica dei casi in terapia intensiva a partire dal 12 marzo 2020

I observed the Wuhan curve and documented myself.
What I have deduced is that in about 4 weeks the virus has grown exponentially.

The origin of it all was on December 2, 2019, when at the fish market, in the area of the sale of live animals, a family (husband, wife and child) sold a bat in a cage.

Bats are considered the main reservoirs of coronaviruses: different types of coronaviruses have been identified in bats, including the human coronavirus that causes the common flu. However, bat coronaviruses do not cause serious infections in humans. Pets can also be infected with coronavirus, but in most cases it causes a mild intestinal infection and none of the pet coronaviruses have ever been identified as a cause of infection in humans.

Ho osservato la curva di Wuhan e mi sono documentata.
Quanto ho dedotto è che in circa 4 settimane il virus è cresciuto esponenzialmente.

L’origine di tutto, il 2 dicembre 2019, quando al mercato del pesce, nell’area della vendita di animali vivi, una famiglia (marito, moglie e figlio) vendeva un pipistrello in una gabbietta.

I pipistrelli sono considerati i principali serbatoi dei coronavirus: nei pipistrelli sono stati identificati differenti tipologie di coronavirus, come anche il coronavirus dell’uomo che causa il comune raffreddore. Tuttavia i coronavirus dei pipistrelli non causano infezioni gravi nell’uomo. Anche gli animali domestici possono essere infettati da coronavirus, ma nella maggior parte dei casi provoca una lieve infezione intestinale e nessuno dei coronavirus degli animali domestici è mai stato identificato come causa di infezione nell’uomo.

Let’s go back to the Wuhan live animal market. In addition to bats, there are several species of animals on sale. Among the animals for sale there are also pangolins, endangered animals, renowned for their scales.
It is possible that the ‘zero family’; sold both: the bat and the pangolin.
It is also likely that both were placed in a cage.
In the same cage.
Since the genome of the pangolin is very similar to the human one, I suppose that the passage of the virus from the bat – probably infected – to the pangolin was immediate.

Torniamo al mercato di animali vivi di Wuhan. Oltre ai pipistrelli, in vendita si trovano diverse specie di animali. Tra gli animali in vendita ci sono anche i pangolini, animaletti in via di estinzione, rinomati per le loro squame.

È possibile che la ‘famiglia zero’; vendesse entrambi: il pipistrello e il pangolino.
E’ inoltre probabile che entrambi fossero stati messi in una gabbietta.
Nella stessa gabbietta.

Poiché il genoma del pangolino è molto simile a quello umano suppongo che il passaggio del virus dal pipistrello – probabilmente infetto – al pangolino sia stato immediato.

Pangolin – Mammal of the Pholidoti order

Pangolino – Mammifero dell’ordine Folidoti

After a while, the family fell ill and all three members died.
An outbreak developed in the market that grew exponentially, until the Chinese government approved the closure of the Wuhan market.
But how could the virus have been transmitted, from pangolin to man?
My investigations, from a biological point of view, led me to the discovery that the pangolin, in addition to having a genome very similar to ours, is a territorial animal that marks the territory by emitting an odorous acid from glands located near the anus.
In my opinion, the explosion of the virus may have originated precisely from the flatulent emissions of the small scaly animal.
For this reason, I am quite convinced that the virus can also be transmitted through cigarette smoke and that, in addition to their coughing and sneezing, also the fumes of infected smokers can be a very dangerous vehicle for transmitting COVID 19.

Dopo poco la famiglia si è ammalata e sono morti tutti e tre i componenti.
Nel mercato si è sviluppato un focolaio che è cresciuto esponenzialmente, fino a che il governo cinese ha deliberato la chiusura del mercato di Wuhan.

Ma come puo’ essere stato trasmesso il virus, dal pangolino all’uomo?
Mi sono documentata dal punto di vista biologico per scoprire che il pangolino, oltre ad avere un genoma molto simile al nostro, e’ un animale territoriale che marca il territorio emettendo un acido odoroso da ghiandole posizionate vicino all’ano.
L’esplosione del virus a mio parere puo’ aver avuto origine proprio dalle emissioni flatulente del piccolo animaletto squamato.

Per questo motivo sono abbastanza convinta che anche tramite il fumo delle sigarette possa trasmettersi il virus e che, oltre alla tosse e agli starnuti, anche le esalazioni dei fumatori infetti possano essere un pericolosissimo veicolo di trasmissione del COVID 19.

In a flash the distances have been zeroed and evil has crossed the whole world.
We found that we were all the same, small, but great. With the will to fight. With the desire to start over, rediscovering that the essential is in a hug, in a smile, in dialogue, in social relationships and the only important thing to protect is life.
Based on these considerations, I decided to statistically check the data, in order to monitor pandemic growth.

In un battibaleno le distanze si sono azzerate e il male ha attraversato tutto il mondo.
Ci siamo trovati uguali, piccoli, ma grandi. Con la voglia di combattere. Con la voglia di ricominciare, riscoprendo che l’essenziale sta in un abbraccio, in un sorriso, nel dialogo, nei rapporti sociali e l’unica cosa importante da proteggere è la vita.

Sulla base di queste considerazioni ho deciso di controllare statisticamente i dati, per monitorare la crescita pandemica.

Crossing point of the cumulative data curve with the one of
the daily data starting from the day of the lockdown (12.3.2020)

Punto di incrocio della curva coi dati cumulati con quella dei dati giornalieri a partire dal giorno del lockdown (12.3.2020)

I crossed the Gaussian curve of the accumulated historical data, with the one related to the daily data communicated by the civil protection (represented in the column in pencil next to the green one).
I detected an average of about 4 weeks for the manifestation of the effects of the virus and, by crossing the daily data curve with the cumulative one , I forecasted the peak date on Sunday March 29, 2020 (indicated with the red arrow).
It took about 4 weeks to complete the history starting from the day before the lockdown and the actual peak date was detected on April 3, 2020 with a number of patients in intensive care equal to 4,068.

Ho incrociato la curva gaussiana dei dati storici cumulati, con quella relativa ai dati giornalieri comunicati dalla protezione civile (rappresentati nella colonna in matita a fianco a quella verde).
Ho rilevato una media di circa 4 settimane per la manifestazione degli effetti del virus e, incrociando la curva dei dati giornalieri con quelli cumulati, ho calcolato previsionalmente la data di picco il giorno di Domenica 29 marzo 2020 (indicato con la freccia rossa).
Per esaurire lo storico a partire dal giorno precedente al lockdown sono servite circa 4 settimane e la previsione si è verificata con la data di picco effettiva rilevata il giorno 3 aprile 2020 con un numero di malati in terapia intensiva pari a 4.068.

Manual tracking of the pandemic curve of ICU cases starting March 12, 2020

Tracciamento manuale della curva pandemica dei casi in terapia intensiva a partire dal 12 marzo 2020

The virus curve had a time of manifestation in the single person of about 4 weeks. The Gaussian curve plotted with the daily data starting from March 11, day of the lockdown start, which began with +277 daily cases in intensive care and 1028 cumulative ones , ran then out within 4 weeks, starting from the day of the peak, after about 4 weeks, on May 10, 2020, with 1027 cases detected.
The same applies to the curve for hospitalized cases, not in intensive care.
The Gaussian curve relevant to hospitalized cases has risen exponentially exactly with the times of the Gaussian curve plotted for patients in intensive care.

La curva del virus ha avuto un tempo di manifestazione nella singola persona di circa 4 settimane, e la curva gaussiana tracciata coi dati giornalieri a partire dall’11 marzo, giorno di inizio del lockdown, che partiva con +277 casi giornalieri in terapia intensiva, e 1028 casi cumulati, si è poi esaurita nel giro di 4 settimane, a partire dal giorno del picco, dopo circa 4 settimane, il giorno 10 maggio 2020, con 1027 casi rilevati.

Stesso dicasi per la curva relativa ai casi ospedalizzati, non in terapia intensiva.
La curva gaussiana degli ospedalizzati è salita esponenzialmente esattamente coi tempi della curva gaussiana tracciata per i malati in terapia intensiva
.

Manual tracking of the pandemic curve of hospitalized cases starting March 12, 2020

Tracciamento manuale della curva pandemica dei casi ospedalizzati a partire dal 12 marzo 2020

The incredible peak of 28,976 hospitalized cases was reached on April 6,2020, after a period of about 4 weeks from the lockdown start..
The zone closure would not have been effective. Already on television, shortly before the lockdown, during the transmission of the tragic bulletins, reports were broadcast on how to overcome the barriers of national borders. An Italian woman in Paris explained live how she had helped her mother to bypass all checks, traveling by train, to reach her before giving birth… and in the meantime people were dying … and so the virus, despite the bans, was expanding exponentially …

The zone closure would not even have been effective in my opinion for another reason: each region involved would have screamed injustice and the population would probably have tried to reach an area not involved, in order not to comply with the rules, ignoring the virus that was expanding in the meantime.
Thus, within 4 weeks the curve peaked. And this happened within a month thanks to the lockdown. The only effective measure to make the population understand the gravity and extent of the pandemic. Only in this way the accumulated historical data could be absorbed and the pandemic growth was controlled, avoiding a possible health disaster. If this had not been the case, the exponential growth would probably have been out of control and health care could no longer cope with the treatment of the newly infected. Only in this way the population did understand. Otherwise the situation would have degenerated.
The virulent load is currently very low and the number of people admitted to hospital has stopped at around 750 since Friday July12, the day in which the Gaussian curve reached its minimum. Also the number of people in intensive care since July 12 stopped at about 50 units. From the traced curves it appears that there are about 800 positive sick people being treated (hospitalized + intensive care) and that this number is fixed from 12 July 2020.

Il picco incredibile di 28.976 ricoverati è stato raggiunto il giorno 6 aprile 2020, dopo un periodo di circa 4 settimane dall’inizio del lockdown.

La chiusura a zone non sarebbe stata efficace. Già in televisione, poco prima del lockdown, durante la trasmissione dei tragici bollettini, venivano trasmessi report di come superare le barriere dei confini posti a livello nazionale, come quello di una donna italiana a Parigi, che spiegava in diretta di come aveva fatto bypassare alla madre tutti i controlli, viaggiando in treno, per raggiungerla prima del parto….
… e intanto la gente moriva …. e cosi’ il virus, nonostante i divieti, si espandeva in maniera esponenziale…

Così, nel giro di 4 settimane la curva ha raggiunto il picco. E questo é successo nel giro di un mese grazie al lockdown. Unica misura efficace per far comprendere alla popolazione la gravità e l’entità della pandemia.
Solo così i dati storici cumulati si sono potuti assorbire e la crescita pandemica è stata controllata evitando un eventuale disastro a livello sanitario.
Se così non fosse stato, probabilmente la crescita esponenziale sarebbe stata fuori controllo e la sanità non avrebbe potuto più far fronte alle cure dei nuovi infetti. Solo così la popolazione ha capito. Altrimenti la situazione sarebbe degenerata.

La carica virulenta è al momento molto bassa e la soglia delle persone ricoverate in ospedale è ferma a circa 750 malati da venerdi 12 luglio, giorno in cui la gaussiana ha toccato il minimo, come pure il numero di persone in terapia intensiva, che, dal 12 luglio è fermo a circa 50 persone.

Dalle curve tracciate risulta che sono circa 800 le persone positive malate in cura (ricoverati + terapia intensiva) e che questo numero è fisso dal 12 luglio 2020.


FINAL CONSIDERATIONS

Unfortunately, from the second half of August, the 2 curves began to rise again, with numbers which, while leaving the number of patients in intensive care below 70 patients, are currently exceeding the 1000 infected among the hospitalized.

CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE

Purtroppo a partire dalla seconda quindicina di agosto, le 2 curve hanno ricominciato a risalire, con numeri, che pur lasciando contenuto il numero di pazienti in terapia intensiva al di sotto dei 70 pazienti, attualmente sforano i 1000 contagiati tra gli ospedalizzati.

Actual pandemic curves – Curve pandemiche attuali

By behaving responsibly: using masks, sanitizing our hands, observing the distance, and – above all – trying to stay far away to those who smoke outdoors, I am convinced that in a short time even the numbers communicated by the media will be more reasonable and …. we will finally be able to say: “We did it!”

Comportandoci responsabilmente: utilizzando le mascherine, igienizzando le mani, mantenendo le distanze, e – soprattutto – cercando di stare lontani da chi fuma all’aperto, sono convinta che in breve tempo anche i numeri comunicati dai media saranno più contenuti e…. potremo dire finalmente: “Ce l’abbiamo fatta!”

Mybricks Lego The Walk – Tribute to Philippe Petit

Mybricks Lego The Walk – Tribute to Philippe Petit
Mybricks Lego The Walk – Tribute to Philippe Petit
7th August 1974